Quello del visto sembra un argomento semplice e sul quale non vi sia molto da dire, ma nel caso del Vietnam non é stato così.

E’ per questo che ti racconto la mia esperienza.

Date le diverse, numerose e contrastanti informazioni che si trovano in giro e il tempo che io ho speso nella ricerca di se e come fare il visto per il Vietnam, ho deciso di dedicare un post a questo argomento per spiegarti in modo chiaro tutto ciò che serve sapere su questo argomento.

Inizio col raccontarti la mia esperienza a riguardo: una trafila lunga e a dir poco surreale!

Durante la fase di pianificazione del viaggio ho svolto le solite ricerche online e sulle guide turistiche per capire se fosse necessario fare il visto per visitare questo Paese.
Da subito mi sono imbattuta in notizie contrastanti e fuorvianti e ho capito che non era affatto una cosa semplice!
Alcune guide, stampate qualche anno fa, scrivono che é necessario fare il visto mentre l’Ambasciata vietnamita in Italia nel sito ufficiale scrive:

“ESENZIONE DEL VISTO PER CITTADINI ITALIANI
Il 18 giugno 2015, il governo vietnamita ha adottato una risoluzione relativa all’esezione dal visto per i cittadini di Francia, Spagna, Inghilterra, Germania e Italia SE IL LORO SOGGIORNO IN VIETNAM NON È SUPERIORE A 15 GIORNI.
La normativa si applica nel periodo 1 luglio 2015 – 30 giugno 2016.
Il visto è ancora necessario per tutti quei viaggiatori che soggiornano oltre i 15 gg.
Il visto rimane obbligatorio anche nei casi di accesso multingresso.
La nuova misura è prevista quale leva di sviluppo del turismo internazionale in Vietnam.”

Dopo aver letto ciò, e data la mia permanenza in territorio vietnamita inferiore ai 15 gg, deduco di non dover procedere nel fare il visto.

Ma la storia non finisce qui, anzi, é appena iniziata!

Leggendo in vari forum di viaggi, vengo a conoscenza di una eccezione: esenzione del visto valida solo nel caso in cui entri ed esci dal Vietnam per via aerea e non con altri mezzi (bus, auto, treno).
Io sarei entrata in Vietnam tramite un volo da Bangkok a Hanoi (quindi qui tutto regolare) ma sarei uscita via terra, tramite bus, attraversando il confine cambogiano.

Da lì il mio dubbio: devo o non devo fare il visto?

Per non avere problemi alla dogana e intoppi nel mio viaggio, decido di chiamare l’ambasciata vietnamita italiana per chiarire la questione.
Alla mia chiamata risponde un operatore che, dopo avergli spiegato la mia situazione, mi dice che devo OBBLIGATORIAMENTE fare il visto in quanto l’esenzione riguarda solo l’ingresso e l’uscita per via aerea e non per altri casi.

Brutta notizia, ma almeno so che fare!
Chiedo la procedura da seguire e mi viene detto di compilare dei moduli scaricabili dal sito e pagare un bollettino di €95 a persona.

Risolto? Non ancora.

Ad essere sincera rimango un pò sbalordita dal prezzo elevato e infastidita dal modo di parlarmi dell’operatore. Insoddisfatta e indispettita, nel pomeriggio richiamo l’ambasciata dando le informazioni comunicate la mattina stessa.
Mi viene spiegata la medesima procedura da seguire ma stavolta il prezzo é di 115€ a persona.

La storia a questo punto diventa bizzarra.

Mi affido ai commenti e alle esperienze di altri viaggiatori online e, chiedendo in giro, vengo a conoscenza di un modo più onesto ed economico di richiedere il visto.
Procedura che hanno usato regolarmente diversi viaggiatori di varie nazionalità.

Finalmente la soluzione!

Di seguito vi spiego la procedura da seguire, semplice e più economica.

La procedura si chiama Visa on arrival e si divide in due parti: la prima consiste nel fare la lettera di approvazione visto (prima di partire) e la seconda di conferma visto (all’arrivo in Vietnam).

Adesso ti spiego passo dopo passo come fare.

Ci sono diverse agenzie online che si occupano della lettera di richiesta-approvazione. Io tra tutte ho scelto questo sito che ho trovato chiaro e sicuro: www.vietnamvisapro.com.
In alto a destra ho compilato la richiesta, inserendo le mie informazioni e pagando 10$ (validità visto 1 mese) tramite carta di credito.
Ho ricevuto i documenti (tra cui la lettera di approvazione) via email e li ho stampati per presentarli poi in aeroporto in Vietnam per procedere alla seconda parte del visto.

Uno dei documenti conterrà una lista di nomi di coloro che hanno richiesto il Visa on arrival e tra cui ci sarà anche il tuo. Non preoccuparti, è tutto regolare!

La seconda parte viene processata, infatti, dall’ufficio visti direttamente all’aeroporto di arrivo portando con sé:

  • 2 foto tessere
  • la lettera di approvazione (precedentemente fatta)
  • $25

Se viaggi con altre persone il costo diminuirà come puoi vedere nelle tabelle a questo link www.vietnamvisapro.com.

Costo complessivo per un visto $35, quindi circa €30 contro i €115 richiesti dell’ambasciata.

Esito

Infine, non convinta di tutte le informazioni contraddittorie ed infastidita dalla inspiegabile mancanza di onestà dell’ambasciata, rimango col dubbio se fare o meno il visto.
Decido comunque di avviare la richiesta (quella spiegata sopra) ed eventualmente di non pagare la seconda parte di convalida all’arrivo.
Una volta arrivata all’aeroporto di Hanoi, tralasciando i giri di giostra precedenti, spiego al funzionario che starò in Vietnam meno di 15 gg, entrando per via aerea e uscendo via terra.
In maniera secca e decisa la risposta é stata:

“Il visto non serve.”

Incredula ripeto ancora una volta che uscirò via terra e il funzionario mi ripete:
“Quanti giorni in Vietnam? Meno di 15? No visto!”.

Da una parte mi sento soddisfatta di aver seguito il mio istinto che si é rivelato corretto, felice di aver risparmiato almeno la seconda rata del visto.
Dall’altra arrabbiata per essere stata raggirata insieme a chissà quanti altri viaggiatori.
Prendo lo zaino e vado via a godermi il viaggio in Vietnam, ripromettendomi di documentare l’accaduto al mio ritorno per evitare che qualcuno possa fidarsi e finire col regalare dei soldi all’ambasciata, per scopi non definiti!

Quindi amici italiani, inglesi, francesi, tedeschi e spagnoli, se permanete in Vietnam per 15 gg o meno, IL VISTO NON VA FATTO (fino al 30 giugno 2016).
Nel caso in cui permanete per più di 15 gg seguite la procedura più economica e semplice che vi ho indicato sopra.

Buon Vietnam!